Paola Rivaro all’IIS “Ciampini Boccardo”, per il collegamento con l’Antartide

Ad un mese di distanza dal collegamento skype con Paolo Bellutta, rover driver della NASA, avvenuto il 14 dicembre, all’IIS “Ciampini-Boccardo” è stato realizzato il secondo collegamento speciale con la base italo-francese “Concordia”. Dai rover marziani, alle estreme terre inospitali dell’Antartide!

Lo studio degli effetti prolungati della vita umana in ambiente polare, un ambiente estremo, sferzato da forti venti, dove le temperature precipitano a decine di gradi sotto lo zero e il Sole sparisce per mesi, è stato argomento di discussione ed approfondimento che la Dott.ssa Paola Rivaro , esperta in missioni in Antartide ha affrontato, in concomitanza con il collegamento skype con gli scienziati della trentaquattresima spedizione scientifica in Antartide.

Paola Rivaro è membro del comitato tecnico scientifico del CSB di Chimica, della Società Chimica Italiana e dell'Associazione Italiana Oceanologia e Limnologia (AIOL), oltrechè esponente del Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Scienze del Mare (CoNISMa).

Una ricercatrice di grande prestigio dunque, che arricchisce il folto calendario di professionisti, esperti di altissimo livello, che il Ciampini Boccardo ha la consuetudine di ospitare.

L’Istituto si connota infatti come scuola di riferimento per gli studi scientifici e tecnologici, da quest’anno in particolare il progetto “Spazio alla conoscenza” offre la possibilità promuovere un percorso didattico e formativo che avvicina gli studenti al mondo della tecnologia aerospaziale e dell’astronautica, connotandosi come una straordinaria occasione per giovani astrofili ed appassionati in genere di imparare ed impossessarsi degli strumenti e dei metodi della conoscenza scientifica.

La finalità dell’iniziativa – spiega il Dirigente scolastico Mario Scarsi - è quella di coinvolgere attivamente i ragazzi nelle attività spaziali, con l’aiuto di docenti esperti, cercando di stimolare la loro passione per gli studi scientifici e ingegneristici, attraverso esperienze dirette e concrete. Crediamo nei nostri studenti e vogliamo investire nel loro futuro, anche attraverso progetti che permettano di fare esperienze formative di altissimo livello. Esperienze allargate a studenti e docenti di altre scuole, nonché a tutti gli interessati ala difuori della scuola.

Non dimentichiamo che il nostro Istituto ha ottenuto il Patrocinio dell'Agenzia Spaziale italiana (ASI), nonché il riconoscimento ad utilizzare il loro logo, come simbolo che attesta di essere scuola testimonial nella promozione della cultura dello spazio”. Tale riconoscimento riveste una grande importanza per l’Istituto, per innumerevoli motivi, non ultimo simboleggia lo stretto rapporto di comunione d’intenti e di finalità che si è creato tra Istituto, territorio associazioni ed enti, con l'obiettivo prioritario di favorire la crescita culturale e progettuale dei ragazzi.

Il ciclo di conferenze del progetto “Spazio alla Conoscenza” proseguirà con l’appuntamento del 30         febbraio alle ore 14.30 presso la Biblioteca di Novi Ligure, con la relazione dell’Ing. Maria Antonietta Perino, Program manager dell’azienda Thales Alenia Space di Torino, una tra le più importanti aziende aerospaziali italiane, sul tema dei programmi nazionali ed europei legati all’esplorazione come ExoMars, Mars Sample Return, e l’Aurora Core Program.

Ricordiamo che gli incontri sono da considerarsi validi ai fini dell’aggiornamento dei docenti pertanto verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

 

Collegamento Skype con la base “Concordia”

Al Ciampini-Boccardo proseguono le conferenze sullo spazio

Pronto Il collegamento Skype con la base “Concordia” in Antartide per esplorare luoghi “sperduti”.

Sarà il 17 gennaio alle ore 10.00, presso l’IIS “Ciampini-Boccardo” il prossimo appuntamento con lo spazio, nell’ambito del ciclo di conferenze dal titolo “Spazio alla Conoscenza”, avrà luogo un nuovo straordinario collegamento Skype con la base italo-francese “Concordia”, che si trova in Antartide.

Un team di scienziati della XXXIV spedizione scientifica nazionale, (nell’ambito di un Programma Scientifico Governativo noto come PNRA) sta esplorando da circa sei mesi il più remoto angolo della Terra per studiare gli effetti dell'isolamento, essendo un ambiente molto affine a quello che si crea durante le lunghe missioni nello spazio. La Base scientifica “Concordia” è stata costruita in uno dei luoghi più sperduti della Terra, si trova infatti a 3200 m sopra il livello del mare, dove in inverno la temperatura raggiunge i -80°C.

Data l'altitudine, l’aria è estremamente rarefatta e povera di ossigeno, per avventurarsi all'esterno della base occorre indossare indumenti speciali e limitare la quantità di tempo trascorsa all'aperto. Il sole non sorge in inverno, perciò l'equipaggio è costretto a vivere senza luce naturale per ben quattro mesi. Si tratta di un luogo talmente remoto, che per essere raggiunto occorre più tempo di quanto non occorra per andare sulla Stazione Spaziale Internazionale. Così distanti da città e grandi centri abitati, i bianchi paesaggi dell'Antartide permettono agli scienziati di raccogliere dati e condurre esperimenti come nessun altro posto sulla Terra consentirebbe di fare.

L’Antartide rappresenta, per le osservazioni astronomiche e dello spazio intorno alla Terra, un sito di notevole interesse, in ragione delle sue caratteristiche peculiari, un ambiente privilegiato da cui studiare i processi fisici che avvengono nello spazio.

Data la particolarità del luogo e l’importanza della missione, il collegamento Skype sarà un evento di grande rilievo, arricchito dalla presenza della Dott.ssa Paola Rivaro, nota ricercatrice scientifica ed esperta di missioni in Antartide, consueto ospite del Ciampini Boccardo in tema di ricerca universitaria e orientamento alle professioni scientifiche.

 

High Quality Free Joomla Templates by MightyJoomla | Design Inspiration FCT