Parte la campagna donazioni di sangue

Il “Ciampini Boccardo” di Novi esempio virtuoso in provincia: parte la campagna donazioni di sangue

Si rinnova all’Istituto “Ciampini Boccardo” la consueta collaborazione tra scuola e Croce Rossa, in merito al tema della donazione del sangue, tramite l’intervento dei Comitati della C.R.I. di Novi Ligure e Cassine, quest’anno supportato da un imponente spiegamento di mezzi e personale.

Nel piazzale dell’Istituto è stato allestito un vero e proprio nucleo operativo costituito da ambulanze, auto mediche, ambulatorio e autoemoteca.

Quest’ultima automezzo ad elevata tecnologia: identificata con il nome di Unità di Raccolta Mobile del sangue svolge le stesse funzioni di un centro fisso per le trasfusioni e viene usata come sala trasfusionale mobile; è provvista di  tutti i macchinari necessari per poter rendere possibile una donazione di sangue assolutamente priva di pericoli, con tutti i controlli previsti dal protocollo medico e la conservazione delle sacche di sangue raccolte in totale sicurezza, secondo le rigide norme che regolano il sistema trasfusionale italiano.

Assistiti dai volontari e dal personale medico ed infermieristico specializzato proveniente dal Centro Trasfusionale dell’ASL AL gli studenti e il personale dell’Istituto “Ciampini Boccardo” hanno avuto quindi l’opportunità di superare l’approccio teorico, potendo scegliere di compiere concretamente il gesto della donazione, che può salvare la vita a tante persone.

I donatori sono stati sottoposti a una vista medica preliminare per accertare le condizioni di salute, la raccolta di notizie sanitarie ed effettuare il prelievo per la determinazione del gruppo sanguigno e per gli esami preliminari.

Circa cinquanta ragazze e ragazzi hanno donato, altrettanti sono attesi per il secondo appuntamento: “Sono stati i ragazzi delle classi quinte, oggi 30 aprile, ad aver dato avvio a questa straordinaria iniziativa – spiega il Presidente della Croce Rossa di Cassine Matteo Cannonero - che continuerà nella giornata del 10 maggio. Stimiamo complessivamente nell’adesione di circa un centinaio di ragazzi maggiorenni, i quali hanno scelto liberamente di sottoporsi alla donazione. Un gesto di grande importanza, non solo per l’utilità che esso riveste, ma per l’esempio virtuoso che rappresenta.

Sebbene il Piemonte, sia una delle Regioni più attive in Italia e i nostri concittadini si siano sempre distinti per la loro innata generosità, va detto che i progressi in campo medico-chirurgico, il lento ma continuo incremento demografico, derivante anche dai fenomeni migratori e l’aumento dell’età media della popolazione, hanno determinato nella nostra città una crescita progressiva del fabbisogno annuale di sangue. La Croce Rossa ringrazia gli studenti, l’Istituto Ciampini Boccardo, il Dirigente e i docenti organizzatori per il loro contributo ad un progetto così importante”.

Con la donazione a scuola il “Ciampini Boccardo” costituisce il primo caso nella provincia: un esempio virtuoso, che testimonia la vocazione dell’Istituto e come il valore della cittadinanza attiva sia profondamente radicato nelle nuove generazioni, così come la solidarietà e la generosità non siano semplicemente principi etici appresi sui libri di scuola, ma diventino veri e propri modelli di vita.

La mattinata si è conclusa con il pranzo offerto dall’Istituto ai volontari nella sala ristorante del corso Enogastronomico, presso cui era allestito il punto di ristoro post-trasfusionale per i donatori.

 

 Per scaricare l'articolo con la documentazione fotografica, clicca qui

 

 

High Quality Free Joomla Templates by MightyJoomla | Design Inspiration FCT